Linea Morgan (1945)

Confini


La Seconda Guerra Mondiale si concluse nella Venezia Giulia tra il 30 aprile e il 3 maggio 1945 con l’arrivo di due eserciti tra loro alleati, quello anglo-americano e quello jugoslavo.
La linea Morgan è frutto del primo accordo tra i due eserciti sulla divisione del territorio da controllare. Un primo contatto avvenuto a Belgrado il 9 giugno 1945, fu perfezionato il 20 dello stesso mese a Duino (presso Trieste) tra il generale William D. Morgan e Arso Jovanovi?, rappresentanti del Comando Alleato nel Mediterraneo e del Comando dell'Esercito Jugoslavo.
Il territorio, in base agli accordi, fu diviso dal 12 giugno 1945 in due parti: Zona A e Zona B della Venezia Giulia; fu inclusa nella Zona A anche la città portuale di Pola, nel sud dell’Istria.
La Linea Morgan costituisce un accordo esclusivamente militare, che stabilisce un limite certo tra gli eserciti jugoslavo e Alleato ed ebbe la funzione di facilitare alle truppe angloamericane il controllo delle vie di comunicazione ferroviarie dalla costa adriatica verso l'Austria.
Il ritiro delle truppe jugoslave dalle città di Trieste, Gorizia e Pola fu comunque un risultato politico rilevante in attesa delle trattative di pace che si conclusero a Parigi il 10 febbraio 1947, ponendo fine alla linea Morgan.


Galleria immagini



Della stessa tematica